Come scegliere una friggitrice: consigli e criteri di scelta

Pochi di noi sanno resistere al profumo ed al sapore di una buona frittura di mare o di verdure pastellate; gioia e delizia per i palati dei più piccoli, ma anche per i gusti più esigenti, la frittura è tanto buona quando difficile da realizzare.
Lo sanno bene tutti coloro che amano cucine piatti fritti; il rischio del propagarsi di cattivi odori in cucina è altissimo mentre le chiazze d’unto e le padelle sporche sono all’ordine del giorno.
Per chi cucina frequentemente pietanze fritte, l’acquisto di una buona friggitrice potrebbe essere una soluzione interessante.

* Cos’è una friggitrice
Si tratta di uno strumento da cucina atto a cucinare cibi fritti. Può essere realizzata in acciaio o plastica ed è costituita da un contenitore in cui posizionare l’olio per la cottura. Un filtro anti odore trasparente consente di verificare la cottura e contrasta efficacemente eventuali schizzi di olio; un cestello contiene gli alimenti mentre un apposito termostato consente di regolare la temperatura.
In commercio esistono i più disparati modelli adatti alle diverse esigenze ed è per questo motivo che effettuare una scelta può essere difficile.
Vediamo nel dettaglio qualche consiglio per l’acquisto.

* Le dimensioni della friggitrice
Una delle prime valutazioni da compiere riguarda la capienza dell’elettrodomestico; la scelta va ponderata sulla base del numero dei componenti famigliari che la utilizzano.
E’ consigliabile una capienza adeguata anche alla presenza di eventuali ospiti. A modelli più grandi, generalmente, corrisponde una potenza maggiore dell’elettrodomestico con possibilità di raggiungere temperature più elevate.

* L’ingombro della friggitrice
Un’altra valutazione da compiere riguarda il design e l’ingombro della friggitrice. Modelli che si sviluppano in altezza sono più comodi ed occupano uno spazio minore. L’elettrodomestico, inoltre, deve essere pratico e maneggevole; se non è possibile spostarlo agevolmente rischi di diventare soltanto un soprammobile.
La lunghezza del cavo elettrico non è un elemento banale come sembra; cavi troppo corti rendono l’utilizzo difficile.

* La manutenzione della friggitrice
L’elettromestico deve essere facilmente lavabile; la presenza di parti (come il filtro anti odore) che possono essere rimosse è un elemento di pregio poiché consente una pulizia più accurata dello strumento per il mantenimento di uno standing qualitativo elevato.
Consigliamo in ultimo di valutare le potenzialità dell’elettromestico in relazione a potenza e consumi in base alle esigenze personali; la presenza di un timer, di un oblò per controllare la cottura degli alimenti, di un termostato a manopola regolabile e di una vaschetta apposita per raccogliere gli scarti di cottura sono tutte funzionalità che sarebbe bene avere a disposizione.
Ulteriori dettagli e consigli possono essere estrapolati consultando il seguente link: http://guidafriggitrice.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *