L’angoscia del russare: fastidio e pericolo per la salute

L’angoscia del russare: fastidio e pericolo per la salute

Il russare è qualcosa di più di quel disagio notturno che ci impedisce di addormentarci. Se è il tuo partner a russare, potresti non sapere più cosa fare, quale rimedio applicare o come farlo voltare in modo che smetta di emettere quei suoni indescrivibili che ti impediscono di addormentarti.

Oggi, si parla sempre di russare maschile ma, lo sai che l’apnea notturna è molto comune anche tra le donne? È una realtà molto comune, oltre che pericolosa. Non va trascurata.

Ci sono molte donne che si addormentano con un pò di angoscia, temendo di disturbare i loro partner con il loro russare e, a loro volta, sono consapevoli che il russare porta sempre a un brutto riposo, irritabilità e dolore alla testa al mattino. Cosa possiamo fare per sbarazzarci dell‘angoscia del russare?

Russare nella vita quotidiana

Almeno il 20% della popolazione russa durante la notte. A volte è anche motivo di liti tra coppie, soprattutto se uno dei due rifiuta di ammetterlo o, consapevolmente, evita di dare importanza ad un problema che va oltre il semplice fastidio notturno.

Chi russa molto forte e ogni notte, si alza stanco, e non solo: mal di testa, disagio fisico, irritabilità, stress, aumento della pressione sanguigna sono sintomi molto comuni. Problemi che, a poco a poco, possono portare a ben più gravi malattie se non cerchiamo aiuto e, soprattutto, se non ci accorgiamo che russare non è una cosa normale “che tutti fanno di notte”.

Sai cosa causa il russare?

Il russare è un segno che qualcosa accade nel nostro corpo. Così facendo, perdiamo un eccesso di energia che influisce direttamente sulla nostra vita quotidiana. In effetti, molti medici chiamano il russare “la febbre interna”, cioè è considerato un indicatore di salute.

Esso si manifesta a causa di un restringimento delle vie aeree ai polmoni, entra meno ossigeno e ciò che è noto come ipossia . Quando non riesce ad entrare abbastanza aria, si origina una vibrazione che produce il fastidioso suono. Se a un certo punto una quantità sufficiente di aria smettesse di entrare, ciò che accadrebbe direttamente è che “smetteremo di respirare” per una breve frazione di tempo, causando così “l’apnea notturna”.

In genere, le cause per le quali russiamo sono dovute proprio al disturbo dell’apnea notturna. Tuttavia, può anche essere dovuto alla presenza di polipi, all’anatomia del setto nasale, del palato o anche dei processi allergici. Se è qualcosa di costante, è necessario che andiamo dal medico per ottenere una corretta diagnosi.

L’apnea notturna non è nulla di grave. Dobbiamo tenere conto che i nostri polmoni smettono di ricevere ossigeno e che il cervello deve ordinare ai muscoli respiratori di fare uno sforzo per ottenere l’aria, e quindi quei suoni più forti e improvvisi. A lungo termine, e se diventa cronica, l’apnea notturna può finire per farci soffrire di ipertensione, insufficienza cardiaca, diabete di tipo 2 e può anche essere dietro a molti ictus. Non dobbiamo mai dimenticare che il nostro corpo, il nostro cervello e il nostro cuore smettono di ricevere ossigeno per alcuni secondi. È qualcosa di serio.

Suggerimenti per ridurre il russare notturno

Prima di tutto, c’è una cosa che dobbiamo chiarire: russare è un sintomo che qualcosa non va. Russare per una settimana perché abbiamo raffreddori o allergie non è come russare ogni volta che andiamo a letto, nel pomeriggio quando facciamo un pisolino o quando andiamo a dormire la notte.

Verificate sempre con il vostro medico se voi o il vostro partner avete russato a lungo. Nel caso ti venga diagnosticata l’apnea notturna, è necessario che tu segua ciascuno dei consigli che ti suggeriamo.

Ora, se il tuo russare è leggero e occasionale, non fa mai male mettere questi suggerimenti di base in pratica. Prendi nota:

  • Controlla sempre il tuo peso: poiché l’obesità ci fa sempre russare di notte.
  • Se sei fumatore, smetti oggi. L’ostruzione delle vie aeree può essere causata dal tabacco, quindi russare, tosse e fastidio.
  • Dormi sempre dalla tua parte: una tecnica semplice per ottenere questo risultato è cucire una pallina da tennis sul retro del nostro pigiama. In questo modo, nel momento in cui ci gireremo sulla schiena, sentiremo il disagio e ci gireremo dalla nostra parte.
  • Mantieni orari fissi: nella tua dieta e nelle ore in cui vai a dormire, la routine fa bene al nostro corpo.
  • Idratarsi bene per tutta la giornata: bere molta acqua e utilizzare se necessario sieri fisiologici per decongestionare il naso. La mucosa nasale non sarà così secca ed eviteremo di russare.
  • Cambia il cuscino regolarmente: a volte l’accumulo di acari può provocare allergie o seccare le nostre vie respiratorie. Vale la pena tenerlo a mente.
  • Dormi su un materasso comodo e adatto a te: scegliere il materasso che più si adegua alla tua schiena e al tuo modo di riposare ti permetterà di respirare più facilmente e quindi ridurrà certamene il tuo russare.